Microprogetti Kenya


201820172016

Empowerment delle ragazze e delle madri adolescenti attraverso la formazione per parrucchiere e estetiste – Mukululu

Il progetto si svolge a Mukululu, distretto di Meru (Kenya centrale), dove molte adolescenti e ragazze madri non possono fare affidamento su un lavoro stabile o sul sostegno del marito o della famiglia. La loro condizione di disagio le spinge talvolta all’abuso di alcol o di droga. L’intervento cerca di rispondere alla richiesta da parte di queste giovani donne di potersi mantenere da sé attraverso un lavoro dignitoso. A beneficiare della formazione saranno 20 giovani donne fra ragazze madri e adolescenti in condizione di disoccupazione e disagio.

Per realizzare la formazione il progetto prevede l’acquisto di attrezzatura e materiale da parrucchiera (sedie per il lavaggio e altro mobilio, phon, pettini, piastre, eccetera) e l’organizzazione e svolgimento delle sessioni di formazione tenute da un istruttore professionista.

Empowerment del gruppo dei giovani attraverso l’installazione di una serra e di un sistema di irrigazione a goccia – Ugunja

L’obiettivo principale di questo progetto è quello di formare i giovani di Ugunja, Kenya occidentale, in modo che acquisiscano competenze e conoscenze su come avviare un’attività generatrice di reddito su piccola scala per migliorare la sicurezza alimentare grazie a una produzione agricola che utilizza l’agricoltura in serra e l’irrigazione a goccia.

Si rivolge a circa 200 giovani disoccupati o in condizioni lavorative precarie e prevede l’acquisto e l’installazione del materiale per creare una serra con sistema di irrigazione e la formazione dei giovani sulle tecniche di questo tipo di produzione agricola.

Empowerment dei giovani attraverso l’orticoltura – Makima

Il progetto si rivolge a 20 giovani della parrocchia di Makima (Embu) che non sono riusciti a terminare le scuole secondarie e il college a causa della situazione di povertà nelle loro famiglie. Le attività del progetto prevedono la preparazione del terreno, l’acquisto e installazione di una pompa e dei tubi per l’irrigazione, il terrazzamento del terreno per convogliare l’acqua dal fiume e la formazione dei giovani in aula e nell’orto.

Riabilitazione del pozzo di St. Antioco, Camp Garba Catholic Mission

I bambini vanno alla ricerca dell’acqua perdendo le lezioni

Il pozzo del Game Village, vicino alla missione di Camp Garba (Kenya centrale) è stato scavato nel 2011 ma dal 2013 non funziona perché la pompa solare è danneggiata. Del pozzo beneficiavano circa 800 famiglie e 520 bambini che frequentano la scuola elementare e l’asilo di Emejen.

Di norma la comunità contribuisce alla manutenzione dei pozzi e alla sostituzione delle apparecchiature danneggiate, ma la siccità cominciata nel 2016 e tuttora in corso ha inferto un duro colpo alle già fragili economie delle famiglie locali, quasi tutte composte di pastori nomadi.

Per questo, il microprogetto si concentra sull’acquisto e installazione di una pompa solare che consenta la rimessa in funzione del pozzo e permetta ai bambini di non perdere lezioni per cercare l’acqua.


Costruzione di un’aula alla Nkalune Prayer House

I bambini di Nkalune

La Nkalune Prayer House è una piccola cappella per la preghiera che fa capo al Consolata Shrine di Mukululu, Kenya centrale, dove si trova anche il sistema idrico di Tuuru.

Recandosi a visitare la comunità a Nkalune i missionari hanno rilevato la presenza di cinquanta bambini che non beneficiano dell’istruzione pre-primaria poiché non vi sono strutture educative di questo tipo nelle vicinanze. Attualmente, per fornire a questi bambini il servizio di scuola materna si utilizza il locale della cappella, che però ha dimensioni e struttura inadeguate e non garantisce condizioni igieniche adatte a ospitare gli alunni.

Il microprogetto, quindi, mira a costruire un’aula dove avviare una scuola materna e dotarla di acqua ed elettricità, del mobilio essenziale e del materiale – bacinelle, asciugamani, ecc. – per l’igiene dei bambini.


Attrezzatura dentistica per il Likoni Catholic Dispensary

Insegna del dispensario di Likoni

Il Likoni Catholic Dispensary si trova a Likoni, vicino a Mombasa, sull’Oceano indiano. È una cittadina dalla popolazione molto variegata e, oltra kenyani di diversi gruppi etnici, comprende persone provenienti dalla Tanzania, dal Ruanda, dall’Uganda e dalla Somalia.

Fondato nel 1996 dai missionari della Consolata, il dispensario serve un bacino d’utenza pari a 13.210 persone. Riceve giornalmente 55 pazienti per la consultazione o i servizi di laboratorio, 40 bambini sotto i cinque anni per le vaccinazioni e il monitoraggio della malnutrizione, sei donne incinte che si rivolgono ai servizi di salute prenatale, venti persone che necessitano di servizi legati alla diagnosi e cura dell’HIV e 40 pazienti per la clinica dentistica.

Questo microprogetto mira a dotare quest’ultima di una poltrona odontoiatrica e di altra attrezzatura – sterilizzatore, compressore, aspiratore, eccetera – necessaria per migliorare e ampliare i servizi offerti dalla clinica dentistica.


Attrezzatura per la carpenteria e la falegnameria del St. Joseph Warazo Youth Polytechnic

I ragazzi dell’Istituto Tecnico St. Joseph Warazo al lavoro

L’istituto tecnico St. Joseph Warazo si trova nella contea di Nyeri, Provincia Centrale. È in funzione dal 1988 per offrire a ragazze e ragazzi percorsi di formazione in moda e design, carpenteria e falegnameria, informatica, estetica. Forma inoltre muratori, saldatori, elettricisti e meccanici. Il personale è composta da un direttore e un vice che coordinano uno staff di venti persone fra insegnanti e altro personale.

Negli anni l’offerta formativa si è adeguata alla richiesta sul mercato del lavoro e corsi come addetto alla segreteria d’azienda o sartoria sono progressivamente stati sostituiti da altri come l’informatica e il corso in moda e design.

Il progetto permetterà di sostituire ed ampliare la dotazione del laboratorio di carpenteria e falegnameria.


Cisterna per l’asilo Embakasi di Wamba

I bambini dell’asilo di Embakasi

Wamba, località nella contea Samburu a 378 chilometri da Nairobi, si trova in una zona semi-arida abitata prevalentemente da popolazioni nomadi che vivono di pastorizia. Appartenente alla diocesi di Maralal, è sede del Wamba Catholic Hospital.

L’asilo di Embakasi ha 110 alunni. Costruito dai missionari della Consolata e poi ceduto al governo della contea, è a tutt’oggi seguito dai nostri missionari che collaborano con le autorità pubbliche alla programmazione e al sostegno delle attività. Attualmente l’asilo è sprovvisto di un impianto idrico adeguato e la mancanza d’acqua rende molto più laborioso assicurare l’adeguatezza delle condizioni igieniche e mettere al riparo i bambini da infezioni e malattie. Con questo microprogetto si doterà l’asilo di una cisterna per la raccolta d’acqua piovana.

Costruzione della zona wc e docce nella scuola elementare di Likoni

Alcuni alunni della scuola di Likoni

La scuola elementare Beato Allamano è gestita dai missionari della Consolata che lavorano a Likoni, vicino alla grande città portuale di Mombasa. Likoni è una periferia urbana densamente popolata (939,370 abitanti). Le condizioni igieniche sono precarie e manca un adeguato sistema fognario.

La popolazione vive principalmente di pesca, piccole attività commerciali e lavori occasionali. Ci sono ciclici episodi di intolleranza politica e religiosa che spingono alcune delle persone a spostarsi nelle zone rurali.

Molti dei bambini della zona non vanno a scuola a causa della povertà nelle loro famiglie e della scarsità di scuole nell’area. La scuola elementare Beato Allamano, nata come asilo nel 2007 e ampliata poi con la costruzione di quattro aule per il ciclo elementare, è una delle rare istituzioni formative locali di qualità.

Per molti degli alunni, la scuola rappresenta anche l’unica occasione per avere un’adeguata nutrizione e igiene personale. Al momento, la scuola manca però di un’adeguata zona wc, bagni e docce.

Intervento: costruzione della zona wc, bagni e docce (ablution block) per la scuola

Beneficiari: 400 alunni della scuola di Likoni

PROGETTO COMPLETATO


Costruzione della zona wc e docce a Familia ya Ufariji

I bambini di Familia

Familia ya Ufariji (Casa della Consolazione in lingua swahili) è una casa d’accoglienza per bambini e ragazzi di strada fondata nel 1998 dai Missionari della Consolata a Kahawa West, nella periferia di Nairobi.

L’obiettivo è ospitare ed assistere bambini orfani o abbandonati fornendo loro vitto e alloggio, istruzione e cure mediche. Nella maggior parte dei casi, i ragazzi hanno vissuto esperienze traumatiche di violenza, abuso e povertà che li ha spinti a vivere per strada.

Oggi i ragazzi assistiti, fra quelli che risiedono nelle strutture di Familia e quelli che vivono nei quartieri circostanti sono 187: 67 studiano nella scuola interna mentre 120 sono appoggiati da Familia nel loro percorso in scuole esterne, dalle elementari all’università.

All’interno della struttura sono attive da anni attività di formazione professionale (agricoltura e carpenteria) che hanno il doppio risultato di permettere alla struttura di contribuire al proprio mantenimento e ai ragazzi ospitati di collaborare alle attività, apprendendo tecniche che permetteranno loro di avere una competenza professionale da utilizzare per il proprio sostentamento. Al momento, Familia manca però di un’adeguata zona wc, bagni e docce nella scuola interna.

Intervento: costruzione della zona wc, bagni e docce (ablution block) per la scuola

Beneficiari: i 67 ragazzi di Familia

PROGETTO COMPLETATO


Impianto fotovoltaico per la scuola Mary Mother of Grace di Laikipia

Gli studenti di Laikipia

Laikipia è una delle 47 contee del Kenya. Collocata geograficamente sull’equatore, è abitata da varie comunità etniche, tra cui Samburu, Tugen, Turkana, Borana, Kalenjin, Dorobo, Pokot, Laikipia e Kalenjin. La maggioranza della popolazione è composta di pastori nomadi.

La zona è afflitta da un conflitto latente fra le comunità che sfocia in episodi di distruzione della proprietà, furto di animali, scaramucce e scontri basati su divisioni tribali. I conflitti emergono in genere per l’accesso e l’utilizzo delle scarse risorse naturali essenziali per il sostentamento.

La competizione per i pascoli e per i punti di abbeveraggio è spesso aggravata dalla siccità che si manifesta quando le piogge non sono sufficienti per soddisfare le esigenze dei pastori. Le dispute sui confini territoriali e la disponibilità di armi leggere aumentano ulteriormente le tensioni.

La Secondary School Mary Mother of Grace si trova nella Laikipia County, a 15 chilometri di distanza dalla città di Rumuruti. Fondata nel 1992 da un missionario della Consolata, la scuola si trova in una zona molto remota, abitata da pastori nomadi in costante movimento per cercare acqua e pascoli per i loro animali.

La scuola sta affrontando il problema della frequente mancanza di corrente e degli elevati costi di energia elettrica, che tolgono risorse all’attività didattica.

Intervento: Installazione di un sistema fotovoltaico (pannelli solari) nella scuola

Beneficiari: 216 studenti della scuola

PROGETTO COMPLETATO


Rinnovo delle macchine del laboratorio del Sagana Technical Training Institute

I ragazzi del TTI in laboratorio

Il Sagana Technica Training Institute si trova nel distretto di Kirinyaga, alla periferia della cittadina di Sagana. Fondato negli anni Settanta dai missionari della Consolata, ha reputazione di uno dei migliori istituti formativi del Kenya e ha formato numerosi membri dell’attuale classe dirigente kenyana.

Offre istruzione e formazione professionale in meccanica, carpenteria, edilizia, stampa, gestione, contabilità, Information Technology e Business Administration. Attualmente gli studenti sono 260 e lo staff didattico e amministrativo conta venti persone.

La sfida principale in questo momento è la mancanza di risorse finanziarie sufficienti per rinnovare le macchine dell’officina-laboratorio, in modo da offrire ai ragazzi dei corsi di meccanica e ingegneria.

L’officina, inoltre, permette di generare delle entrate grazie ai servizi offerti a utenti esterni; rinnovarne le attrezzature, quindi, significa anche abbattere parte dei costi di gestione della scuola, liberando risorse finanziarie che possono essere investite per migliorare ulteriormente la didattica e i servizi agli studenti.

Intervento: rinnovo delle macchine dell’officina del Sagana Technical Trainig Institute

Beneficiari: 260 studenti della del TTI

PROGETTO COMPLETATO


Equipaggiamento della maternità del dispensario di Sagana

Il dispensario di Sagana

Sagana si trova nella provincia centrale del Kenya, nella Kirinyaga County al confine con la Murang’a County. La missione di Sagana è stato avviata nel 1968 dai Missionari della Consolata.

Le attività principali del complesso di Sagana sono quattro: il Sagana Technical Training institute (vedi progetto precedente); la Bethany House, casa per ritiri e seminari; la Saint Mary’s House per donne anziane, gestito dalle Suore della Carità, che ospita circa 60 donne anziane; il dispensario, che fornisce assistenza medica di base alla popolazione locale di Sagana e oltre, servendo anche la Murang’a County.

Nel corso degli anni il dispensario si è ampliato aggiungendo la clinica odontoiatrica, la clinica oculistica e l’assistenza ai pazienti che vivono con gli effetti della lebbra. Oggi, il dispensario si prende cura di numerosi casi cronici di ipertensione, diabete, ulcere e dolori articolari soprattutto tra gli anziani.

La Murang’a County, che Sagana serve data la prossimità geografica, ha 272 strutture sanitarie, il personale sanitario conta 464 fra medici, infermieri, clinical officers e public health officers, a fronte di una popolazione di 959.701 abitanti.

Un’esigenza molto sentita nell’ambito sanitario è quella di migliorare la salute materna e infantile, dal momento che le strutture con una maternità adeguata non sono sufficienti. Per questo la direzione del dispensario di Sagana ha deciso di attrezzare una maternità all’interno del dispensario.

Intervento: acquisto e installazione dell’attrezzatura necessaria per equipaggiare la maternità (letti per il parto, letti per degenza, kit per il parto, autoclave, eccetera)

Beneficiari: una media di 15 donne incinte al giorno e i loro bambini

PROGETTO COMPLETATO