Istruzione e formazione


In Africa e America Latina i missionari della Consolata lavorano per garantire alla popolazione locale istruzione e formazione mirata e qualificata. Dagli asili ai corsi di alfabetizzazione per adulti, dalle scuole primarie e secondarie alla formazione professionale, sono migliaia le persone che ogni giorno beneficiano dei servizi offerti dai nostri progetti formativi.

Ecco come puoi aiutarci:
Con 5 euro regali la cancelleria per una persona per un corso di alfabetizzazione
Con 15 euro fornisci il kit necessario a uno studente dei corsi di elettronica
Con 20 euro doni uniforme e materiale scolastico a un bambino delle elementari
Con 100 euro copri il salario mensile di un insegnante di scuola superiore
Con 300 euro puoi sostenere a distanza un bambino: vai alla pagina dedicata
Con 3.000 euro puoi attrezzare una biblioteca, una sala computer, un laboratorio per i corsi di elettronica o di meccanica.


I nostri progetti nell’istruzione:

ITTI-Maralal-242x242IRENE GIRLS’ TRAINING CENTRE – Maralal, Kenya

L’Irene Girls’ Training centre (IGTC; oggi Irene Tachnical Training Institute, aperto anche ai maschi) è un centro di formazione professionale e avviamento al lavoro per fornire formazione professionale di alta qualità ai giovani Samburu. Dal 1991 in poi la scuola si è gradualmente ampliata fino a raggiungere le attuali dimensioni (circa un centinaio di allievi) e offerta formativa: ristorazione, formazione segretariale, elettronica e formazione informatica, mentre il corso di sartoria va via via diminuendo il nuemro di studenti. Vai al progetto



apatam-300x300APPUNTAMENTO ALL’APATAM – Marandallah, Costa d’Avorio

In un momento storico come quello che la Costa d’Avorio sta affrontando ora, dopo due conflitti e numerosi episodi di tensione interna, è fondamentale che la popolazione locale sia in grado di comprendere ciò che avviene nel Paese e di partecipare attivamente alla costruzione di una società civile che contribuisca alla convivenza pacifica. Il progetto ha come obiettivo l’alfabetizzazionee l’acquisizione da parte dei beneficiari di informazioni che permettano loro di comprendere le dinamiche politiche locali e nazionali, gestire la convivenza fra gruppi etnici diversi, acquisire conoscenze igienico-sanitarie e dotarsi delle competenze necessarie all’avvio di micro-attività economiche. Vai al progetto



NampulaClasse-300x300SCUOLA SECONDARIA A NAMPULA – Nampula, Mozambico

Nampula è una città del Mozambico settentrionale, la terza del paese per popolazione, che è pari a circa mezzo milione di abitanti. È un centro in rapida crescita, anche grazie alla ferrovia che la collega a Cuamba. Di pari passo con l’esplosione demografica della città vanno però anche i fenomeni di marginalizzazione, che colpisce anche i giovani, a volte costretti a vivere di espedienti, a fare lavori occasionali e mal pagati e ad abitare in alloggi di fortuna. La scuola secondaria che i missionari stanno ultimando dove prima sorgeva il seminario ha come obiettivo di fornire a ragazzi di età compresa fra i 12 e i 17 anni formazione di alta qualità. Vai al progetto


I nostri progetti nella formazione professionale:

Femme-Isiro-Foyer-300x300

EMPOWERMENT DELLE DONNE – Kinshasa e Isiro, RD Congo

Ottanta donne a Isiro e 196 a Kinshasa hanno frequentato i corsi di alfabetizzazione, life skills e salute comunitaria. Si è inoltre provveduto all’adeguamento ed equipaggiamento delle strutture ricettive per i corsi di formazione nei quali si sono poi svolti i corsi professionali di informatica, estetica e cucito a Kinshasa e di cucina, fabbricazione di sapone artigianale, cucito e attività ortofrutticola a isiro. I corsi hanno coinvolto un totale di 378 donne di cui un centinaio hanno poi avuto accesso a un un fondo di rotazione attraverso il quale hanno avviato attività generatrici di reddito utilizzando le competenze acquisiste durante la formazione. Vai al progetto



caju300x300PIANTAGIONE DI ANACARDIO – Mulikela, Gurué, Mozambico

La coltivazione dell’anacardio (caju) è tradizionale nella regione e le tecniche per realizzarla sono note alla popolazione locale. Già in passato questo tipo di attività agricola, grazie alla sua finalità legata non all’autoconsumo ma alla commercializzazione, ha dimostrato di essere una opportunità economica in grado di generare risorse con le quali sostenere altre esigenze delle comunità, dall’istruzione alla sanità. Il progetto ha l’obiettivo di recuperare una piantagione inattiva di anacardio nella parrocchia di Mulikela e di fornire così alle famiglie locali l’opportunità di svolgere un’attività generatrice di reddito. Vai al progetto



EthAgr-300x300SOSTEGNO AGLI AGRICOLTORI – Gambo, Ethiopia

Gli agricoltori del villaggio di Gambo vivono di agricoltura di sussistenza e di baratto; per questo sono esclusi dalle transazioni commerciali e da ogni forma di credito. La loro situazione si è aggravata in seguito all’aumento dell’inflazione in Etiopia legata alla crisi mondiale; il loro potere di acquisto su sementi e fertilizzante oggi è praticamente nullo. Con questo progetto la missione della Consolata intende sostenere 200 agricoltori di Gambo e dei suoi dintorni nell’acquisto di sementi e fertilizzante in modo da metterli in condizioni di procedere alla semina. Vai al progetto



011-300x300ALLEVAMENTO DI CAPRE – Monte Santo, Bahia, Brasile

Monte Santo sorge nel cosiddetto poligono della siccità, una zona semi arida dove l’agricoltura dà scarsi risultati, l’allevamento risulta una delle poche opzioni a disposizione della popolazione locale per garantirsi un corretto apporto nutrizionale. Il latte, in particolare, risulta di fondamentale importanza per l’alimentazione dei bambini più piccoli, che hanno bisogno di questo alimento per allontanare il rischio della malnutrizione. Il progetto ha sostenuto la comunità nell’acquisto di capre e caproni e nella costruzione di piccoli serragli presso le case delle famiglie coinvolte e di un serraglio comunitario. Vai al progetto


Salina BatanheAMMODERNAMENTO E FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SALINA – Batanhe, Govuro, Mozambico

La salina di Batanhe è un’impresa sociale gestita dai missionari della Consolata a Nova Mambone, distretto di Govuro, Mozambico. È attiva dagli anni Sessanta e produce fino a cinquemila tonnellate di sale all’anno, occupando nei periodi di massima attività una novantina di persone. Produce un sale di alta qualità e anche il fior di sale, tipo di sale particolarmente pregiato. Presso la salina sta per essere avviato un progetto che prevede l’ammodernamento delle macchine per la triturazione e per il confezionamento del sale e la formazione del personale. Vai al progetto