Microprogetti in corso in Colombia


iBuenaventura

Un momento dei corsi di formazione

Formazione sulla protezione dell’ambiente per i leader afrodiscendenti della diocesi di Buenaventura

Nella diocesi di Buenaventura, Colombia centro-occidentale, la popolazione è al 88,5% afro-colombiana. Da tempo questo territorio vive una situazione sociale molto problematica caratterizzata da degrado e insicurezza.

Le sue cause sono da ricercare, da una parte, nei mega-progetti del capitalismo nazionale e internazionale – orientati alla creazione di un grande porto sull’oceano Pacifico – e nella presenza del narcotraffico. Ad aggravare la situazione contribuisce la presenza di opposti gruppi armati legali e illegali, alcuni favorevoli ai mega-progetti e altri contrari. Si registrano inoltre numerosi episodi di delinquenza comune.

Con la formazione dei leader afrodiscendenti i missionari della Consolata intendono rafforzare la capacità di questi di guidare, organizzare e sostenere gli sforzi della comunità afro per reagire alla condizione di abbandono e degrado. La formazione ambientale è una costola di un più ampio programma che prevede anche la formazione sui diritti umani, sulle arti e i mestieri, sull’identità culturale.


Puerto Leguizamo – Solano

Un momento della formazione a Puerto Leguizamo

Il Vicariato Apostolico di Puerto Leguizamo – Solano si trova nell’Amazzonia colombiana ed è un territorio dall’estensione pari a quella di Sicilia, Piemonte e Campania insieme. Ha con una popolazione di 46.350 abitanti ed è caratterizzato dalla presenza di popoli indigeni e da una notevole biodiversità.
Si tratta di una delle zone più martoriate sia dal lungo conflitto fra esercito, FARC e paramilitari che dal narcotraffico.

Anni di conflitto, di disboscamento e di sfruttamento incontrollato delle risorse del sottosuolo – primo fra tutti la devastazione degli alvei dei fiumi e l’inquinamento da mercurio – hanno creato un contesto, sia sociale che naturale, sfibrato e lacerato ove è necessario reintrodurre progressivamente la fiducia, la progettualità e l’idea di cura sia nelle relazioni fra le persone che in quelle con l’ambiente.

In quest’area, i missionari della Consolata stanno realizzando quattro microprogetti:

la formazione alla pace nell’Amazzonia colombiana attraverso la pedagogia della cura è rivolto ai circa tremila studenti di tre colegios della zona e mira all’identificazione di situazioni conflittuali o di violenza e alla formazione dei giovani all’ascolto, al dialogo e e alla risoluzione pacifica del conflitto;

il rafforzamento della radio comunitaria del Vicariato ha come obiettivo quello di raggiungere anche le comunità più lontane e isolate per fornire loro formazione, informazioni – sui servizi sanitari e scolastici, sulle iniziative di pubblica utilità in corso – e notizie alle quali molte persone che vivono nelle veredas raggiungibili solo via fiume non potrebbero accedere;

Una delle boticas comunitarie a Solano

il progetto La salute nelle nostre mani: boticas comunitarie a Solano vuole permettere proprio ad alcune di queste veredas isolate intorno a Solano di poter contare su un servizio minimo di farmacia presso la comunità; ad oggi, infatti, le persone che necessitano di farmaci affrontano faticosi viaggi in canoa per raggiungere i centri più grandi senza però aver la certezza di trovare ciò di cui hanno bisogno;

la Sensibilizzazione in materia di salute è un microprogetto lanciato lo scorso anno a La Tagua che ora entra nella sua seconda fase. Sotto la guida di un medico nutrizionista e di un esperto di medicina tradizionale, il progetto intende ampliare le attività dell’anno scorso – ad esempio la formazione a un corretto uso dell’acqua e alle modalità per depurarla – e raggiungere le comunità che non era stato possibile coinvolgere in precedenza.
Si conta poi di approfondire temi sanitari che erano stati introdotti con la prima fase e di elaborare con le comunità di soluzioni condivise ai problemi di salute pubblica.


Cali

Infine, continuiamo a sostenere il lavoro dei nostri missionari con la popolazione afrodiscendente di Cali. La Formazione organizzativa e vita degna per le comunità afro di Panorama e Puerto Isaac – Yumbo, portatori di ferite storiche e vittime del conflitto armato in Colombia si colloca nell’alveo delle iniziative miranti a creare nella comunità afro coscienza e conoscenza della propria storia, cultura e ricchezza.

Dopo il progetto Teatro degli oppressi del 2016, continua l’impegno a sostenere lider comunitari – bambini, giovani e adulti – nel loro sforzo di acquisire life skills e capacità organizzative che permettano loro di accompagnare le loro comunità nel superamento del senso di inferiorità e rassegnazione generato da secoli di abusi e marginalizzazione che la comunità afro-colombiana ha subito.