Swaziland


Leggi gli articoli sullo Swaziland su Missioni Consolata 


Il Regno dello Swaziland è il più piccolo paese in Africa meridionale: ha una superficie di circa 17.000 chilometri quadrati senza sbocco sul mare ed è, geograficamente, un’enclave del Sudafrica tranne per la parte orientale, dove confina con il Mozambico. La capitale è Mbabane.
Il paese è diviso in quattro regioni amministrative: Manzini, Hhohho, Lubombo e Shiselweni. Attualmente la popolazione (stimata) è pari a 1,2 milioni di persone. Circa metà della popolazione ha meno di diciotto anni e il 13% è sotto i cinque anni. La speranza di vita è di 48 anni (dati UNICEF).

Lo Swaziland è in gran parte una società rurale dove l’80% delle famiglie pratica l’agricoltura di sussistenza. L’economia è basata su agricoltura e agroindustria, principalmente zucchero, agrumi e pasta di legno. Il mais è la coltura di sussistenza prevalente. Sulla base dei dati disponibili più recenti, lo Swaziland risulta classificato come un Paese a reddito medio basso, con un reddito pro capite di 4.500 dollari americani nel 2012. La distribuzione del reddito all’interno del paese è estremamente disuguale e vi è un divario sempre crescente tra le popolazioni urbane e rurali. Secondo gli ultimi dati disponibili forniti dal Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), il Paese si posiziona per indice di sviluppo umano al centoventunesimo posto (su 169 Paesi). La disoccupazione è stimato come pari al 40%.
Nell 2010 (ultimo dato disponibile) il tasso di alfabetizzazione dei giovani era del 92% per i maschi e 95% per le femmine, i tassi di iscrizione alla scuola primaria erano pari all’83% (con poca differenza tra maschi e femmine) e il tasso di sopravvivenza scolastica per l’ultimo grado primario era 72% (dati UNICEF).
Gli alti livelli di povertà comportano un’elevata vulnerabilità della popolazione rispetto all’insicurezza alimentare e un’estesa esposizione all’impatto di HIV/AIDS e tubercolosi: lo Swaziland ha il più alto tasso di HIV nel mondo – il 26% – con un tasso di co-infezione Aids/TBC dell’80%. Secondo il comitato di valutazione della vulnerabilità del governo dello Swaziland, nel 2012 erano 160.989 le persone che necessitavano di aiuti alimentari, circa il 15% della popolazione. I bambini orfani a causa dell’HIV sono 200.000, un quinto della popolazione.

Visita i nostri progetti in Swaziland:

More strength to Hope: rafforzamento dei servizi sanitari e delle strutture della Hope House di Manzini