Ospedale Notre Dame de la Consolata di Neisu


Il personale dell’Ospedale di Neisu

La Provincia Orientale, nella quale si trova l’ospedale N.S. della Consolata di Neisu, è una delle 11 province della RD Congo. Ha una superficie è di 503 239 km² (pari circa a quella della Spagna) e conta 5 milioni e mezzo di abitanti; è occupata per metà dalla foresta pluviale. La zona di intervento del progetto si trova in prossimità di due zone di conflitto, quella del Kivu, a est, e quella al confine con l’Uganda, a nord. Il villaggio di Neisu si trova a ovest del capoluogo distrettuale Isiro. L’etnia principale è quella dei Mangbetu e l’attività economica prevalente è l’agricoltura.

L’Ospedale Nostra Signora della Consolata di Neisu cominciò le proprie attività come dispensario nel 1984 grazie all’impegno dei missionari della Consolata. Nel corso degli anni, il dispensario si è ampliato fino diventare un ospedale e, oggi, l’ospedale e la rete di sei centri e sei postazioni sanitarie (centres e postes de santé) ad esso collegata sono diventati un punto di riferimento per tutta la zona.

Anche per questo, le autorità sanitarie congolesi hanno fatto espressa richiesta alla struttura ospedaliera di servire la zona ovest del capoluogo distrettuale Isiro. Tale richiesta, accettata dall’Ospedale, è stata formalizzata mediante la Convenzione quadro di partenariato N. MS125/21/011 del 13 dicembre 2007, firmata dal vescovo della Diocesi di Isiro-Niangara e il Ministero della Sanità della RD Congo.

Offre servizi quali: ambulatorio, farmacia ospedaliera, laboratorio analisi (quasi 30 mila esami effettuati nel 2020), radiologia, centro nutrizionale (Centre Bolingo), servizio di medicina preventiva comunitaria, odontoiatria, fisioterapia, unità operative di medicina, chirurgia, pediatria, ginecologia, ostetricia. Inoltre garantisce terapie e cure preventive di salute materna e infantile e offre corsi di formazione in educazione sanitaria e salute comunitaria rivolti ai Co.Sa. (Comitati di Salute di villaggio) e, per loro tramite, all’intera popolazione. È in costruzione un reparto cardiologia.

I numeri dell’ospedale di Neisu

L’ospedale ha una capacità d’accoglienza di 161 posti letto di cui 22 nella maternità, e impiega cinque medici, 54 fra infermieri e tecnici di laboratorio e radiologia, altri 26 inservienti (impiegati, addetti alla lavanderia, alle cucine, alle riparazioni tecniche, ecc.) e sei impiegati amministrativi. Con questo personale, l’ospedale ha effettuato nel 2020 oltre 6.800 consultazioni, a cui si aggiungono le oltre 600 fatte nei centri e posti periferici. Ha ospedalizzato più di 4.500 persone, per il 60 per cento affette da malaria. I parti sono stati 614 e gli interventi chirurgici 560.

In quanto struttura sanitaria di riferimento integrata nel sistema sanitario congolese, l’Ospedale di Neisu – che serve un bacino d’utenza di quasi 80 mila persone in un raggio di 60 km – deve costantemente far fronte a una massiccia richiesta da parte della popolazione locale e fornisce un servizio senza il quale migliaia di persone non avrebbero accesso alcuno all’assistenza sanitaria di base e specialistica, a meno di spostamenti lunghi e difficoltosi in un Paese che manca di strade e collegamenti adeguati. A questo proposito, la rete di postazioni e centri sanitari collegati all’ospedale e da esso gestita è di importanza cruciale per fornire assistenza immediata ed efficace a pazienti per i quali anche il solo spostamento dal proprio villaggio all’ospedale richiederebbe intere giornate di cammino.

Grazie al supporto di alcuni donatori, è stato possibile ampliare le strutture per la ricezione del personale qualificato, equipaggiare le strutture sanitarie di recente costruzione, fornire a queste ultime un sistema adeguato di approvvigionamento di acqua potabile e dotare il personale di adeguati mezzi di trasporto per svolgere efficacemente le proprie funzioni.

Finanziatori dei progetti conclusi:

OPM Tavola valdese
Associazione Mondo Giusto
Donatori privati

Vuoi aiutare l’Ospedale di Neisu e la sua rete sanitaria?

Con 10 euro puoi coprire i costi per curare un paziente affetto da malaria
Con 25 euro puoi garantire a una donna un parto sicuro all’ospedale o nei centri dotati di maternità
Con 50 euro regali dieci confezioni di latte in polvere al Centro nutrizionale

 

Sostieni l’ospedale di Neisu